Centro Pari Opportunità

Commissione Pari Opportunità

Portale per le Pari Opportunità della Provincia di Lucca

Assessorato & Centro

Politiche del lavoro al femminile
Imprese femminili
Il Portale delle Pari Opportunità offre uno spazio a tutte le Imprese che fanno parte dell'Incubatore Donna Impresa . Ecco come fare per presentare la propria attività
Associazioni
Il Portale delle Pari Opportunità offre uno spazio libero a tutte le associazioni che ne fanno richiesta. E' sufficiente compilare la scheda sotto riportata con le informazioni relative all'associazione per essere inseriti nello spazio web dedicato.

L'Orientamento scolastico e le differenze di Genere

Donne in gruppoNell'ambito delle strategie del Centro Pari opportunità, l'Area Educazione per il significato che la formazione scolastica riveste nella costruzione dell'identità di genere, ricopre una posizione di primissimo piano.

Il progetto nasce nell'intento di  diffondere sul territorio una cultura dell'orientamento dell'età scolare in grado di valorizzare le differenze di cui ciascun genere è portatore e di filtrare gli stereotipi culturali legati al genere che tuttora influenzano le scelte dell'uno e dell'altro sesso.

L'idea progettuale  trae origine da una riflessione maturata nell'ambito dei servizi offerti dal Centro rilevando i risultati occupazionali del mondo femminile locale.

Nell'anno europeo delle Pari Opportunità per tutti (2007), l'argomento è stato ampiamente dibattuto soprattutto nell'area del lavoro attraverso interventi tesi da un lato a valorizzare normativa  e risorse femminili presenti e dall'altro a sollecitare i Soggetti istituzionali e le Agenzie di socializzazione (Scuola e Famiglie) a non sprecare e disperdere talenti preziosi per lo sviluppo economico e sociale del Paese.

Per portare un contributo al dibattito in corso, anche all'interno del mondo femminile, l'Assessorato attraverso il proprio Centro Pari Opportunità ha sviluppato una proposta di presa in carica della questione focalizzando l'attenzione sulla fase iniziale del processo di formazione delle risorse umane destinate al mondo del lavoro, ossia sulla fase dell'istruzione primaria e secondaria., fase considerata cruciale parallelamente all'educazione familiare, per gli orientamenti dell'età adulta.

A tal fine è stato predisposto, in forma sperimentale, un progetto di animazione del territorio finalizzato a diffondere nella comunità educativa locale  una cultura dell'orientamento dell'età scolare in grado di valorizzare le differenze di cui ciascun genere - maschile e femminile -  è portatore e di filtrare gli stereotipi culturali legati al genere che tuttora influenzano le scelte dell'uno e dell'altro sesso.

L'intervento caratterizzato da un approccio sistemico (Scuola, Famiglia, Istituzioni), metodologicamente, prevede una durata triennale secondo una sequenza processuale di analisi/progettazione- organizzazione-verifica/diffusione che comporta:

  • nel primo anno, 2008-2009, un'attività di creazione della rete Provincia-Scuole-Famiglie,  di analisi del contesto e delle prassi orientative e di progettazione di un percorso di orientamento sperimentale da realizzarsi, nell'anno successivo, in alcune scuole del territorio
  • nel secondo anno, 2009-2010, un'attività di organizzazione e realizzazione degli interventi sperimentali, coinvolgendo eventualmente altri Soggetti del territorio
  • nel terzo anno, 2010-2011, un'attività di completamento degli interventi orientativi avviati e un'attività di verifica da parte della rete Provincia-Scuole-Famiglie dei risultati acquisiti. In questa annualità, infatti, alcuni gruppi degli allievi coinvolti sia nella Primaria sia nella Secondaria effettueranno delle scelte rispetto al loro futuro o scolastico o lavorativo.

La realizzazione del Progetto è accompagnata da una campagna permanente di diffusione e di promozione sul territorio dell'esperienza. Al termine, un'azione di ricerca  mirata definirà le modalità di messa a sistema del modello sperimentato e di ripetibilità in dell'esperienza in altre realtà scolastiche

 

Obiettivi

  • sviluppare la consapevolezza del difficile percorso di riflessione sull'appartenenza di genere
  • stimolare la riflessione intorno all'idea di cittadino neutro
  • favorire l'acquisizione di strumenti critici indirizzati al superamento  responsabile e consapevole degli stereotipi sessisti
  • promuovere una nuova contrattualità tra i generi, dove la cultura di genere sia patrimonio di entrambi gli attori: studenti e docenti
  • sviluppare una nuova consapevolezza del rapporto fra genere/sesso e lavoro
  • promuovere sul territorio una nuova cultura di orientamento del genere femminile verso il mondo del lavoro ed in particolare delle tecnologie e del saper "hard"

 

Destinatari

  • dirigenti scolastici
  • docenti
  • studenti
  • genitori
  • rappresentanti del mondo del lavoro locale

 

Metodologia d'intervento

Partendo dalla consapevolezza che per raggiungere obiettivi e mete di reale pari opportunità e di riconoscimento delle differenze tra uomini e donne è necessario attivare un processo sistemico di innovazione culturale, l'intervento nella sua progettazione di dettaglio e nelle  successive fasi di realizzazione prevede il coinvolgimento diretto degli attori del sistema educativo: mangement,insegnanti, alunni, famiglie.

All'interno di ciascuna Scuola, è stato individuato un Gruppo di progettazione e di studio  che concorda di volta in volta azioni e soggetti da coinvolgere.